Villa Serena torino, casa di riposo con cucina interna

Caldo estivo e anziani: come mantenersi idratati

L'arrivo dell'estate porta con sè una serie di difficoltà, specie per i più anziani: vieni a leggere quanto bere e cosa mangiare per far fronte al caldo estivo. 

Pubblicato il 19/06/2018

È risaputo che il nostro corpo è composto circa dal 60% d'acqua ed essa interviene nello svolgimento di tutti i processi fisiologici e in tutte le reazioni biochimiche del nostro corpo. Un buon livello di idratazione è una condizione essenziale per il benessere psicofisico di tutto l'organismo; questo vale sempre e per tutti, ma per gli anziani in estate diventa una priorità ancor più importante. 

Le ondate di caldo estive mettono a dura prova le riserve energetiche di chiunque e per le persone anziane ci sono dei fattori aggravanti dovuti ad alcuni cambiamenti fisiologici che si verificano con l'avanzare dell'età. In particolare, il meccanismo ormonale che interviene per contrastare la disidratazione negli anziani è più debole e gli esiti spesso insufficienti.

Anziani: quanto bere in estate?

Che bere sia importante è ormai assodato, in particolare d'estate e per gli anziani. L'acqua trasporta le sostanze nutritive, promuove la digestione, determina la termoregolazione, veicola le scorie al di fuori dell'organismo e permette la trasmissione degli stimoli cerebrali.

Se non si beve a sufficienza, ciò che avviene con le alte temperature è il crearsi di uno squilibrio nel cosidetto bilancio idrico: il caldo fa sì che nel corso della giornata si perdano maggiori quantità di liquidi ecco perché è importante idratarsi per mantenere equilibrato il bilancio.

E dunque, cosa e quanto bere in estate per mantenersi idratati?

I medici suggeriscono a tutti una regola generale: bisognerebbe bere almeno 1,5 lt al giorno, che sono circa otto bicchieri d'acqua; questo dato si duplica in estate e per le persone anziane.

Nel caso degli anziani, c'è anche un altro fattore da tenere in considerazione: probabilmente a causa di una riduzione delle capacità percettive, i senior si accorgono meno del senso della sete, e capita anche che l'acqua non sia particolarmente gradita perchè ritenuta insapore o indigesta.

In questi casi si possono ottenere due benefici con un semplice gesto, quello di aggiungere al bicchiere un po' di spremuta di arancia o di pompelmo; così facendo, l'acqua risulterà più saporita e favorirà anche l'assunzione di vitamine. 

Dieta estiva per anziani: ricavare liquidi anche dal cibo

Per mantenersi idratati in estate, bere tanto non è l'unica accortezza che si può adottare perchè l'idratazione non passa soltanto dall'acqua: per assumere la giusta quantità di liquidi si può anche ricorrere agli alimenti. 

Occorre precisare che la percentuale di liquidi contenuti nei diversi alimenti è estremamente variabile: frutta, verdura e ortaggi sono i più ricchi con l'85% circa d'acqua; seguono carne, pesce, uova e formaggi freschi con il 50-80%; pasta e riso cotti contengono circa il 60% d'acqua e i meno ricchi da questo punto di vista sono pane e pizza con un 20-40%.

In una dieta estiva per anziani, quindi, non devono mancare frutta e verdura, meglio ancora se di stagione. Frutta e verdura sono alimenti ricchi di sali minerali, vitamine, antiossidanti e sostanze protettive delle membrane cellulari.

In particolare, un abbinamento particolarmente funzionale è il melone con il prosciutto crudo: il primo è un frutto solitamente gradito dagli anziani, il secondo invece fornisce una buona quantità di proteine e di sale – utile a reintegrare quello perso tramite la sudorazione. 

Via libera anche a minestre e passati di verdura, che è preferibile preparare piuttosto liquidi e consumarli quando sono tiepidi. 

Una regola generale che sarebbe buona norma osservare nella dieta degli anziani, specie in estate, è evitare di usare troppo sale e/o condire eccessivamente, non abusare di pasti troppo pensati in favore di un'alimentazione distribuita nell'arco di tutta la giornata. 

Estate in casa di riposo 

La nostra casa di riposo e struttura RSA in provincia di Torino è sempre molto attenta nell'alimentazione dei propri ospiti, con un particolare occhio di riguardo per l'estate.

I pasti che offriamo agli anziani che risiedono presso la nostra struttura sono sempre preparati con ingredienti freschi e frutta e verdura di stagiore e cucinati al momento; il nostro menù è elaborato per essere un felice connubio tra un'alimentazione sana ed il piacere di una buona tavola.

Inoltre, Villa Serena è una casa di riposo nel verde: disponiamo di un grande parco di 3000 mq in cui gli ospiti possono rilassarsi, fare una passeggiata e chiacchierare al fresco dell'ombra degli alberi. Siamo disponibili anche per accogliere i vostri cari per un ricovero di sollievo estivo.

 

Casa di Riposo convenzionata ASL
Non ci sono orari di visita nella nostra casa di riposo
Videochiama gratuitamente con Skype il tuo caro

Residenza Villa Serena di Perloro S.r.l. - Via Valobra, 197 - 10022 Carmagnola (Torino) - Tel.011.9723162 - P.I. 11464860011
Privacy - Cookie
Siti web Torino Mantanera
Casa di riposo Torino - Residenza per anziani Carmagnola