I vantaggi di iscriversi all'Università della terza età

Il piacere di rimettersi in gioco tornando sui banchi di scuola

La voglia di rimettersi in gioco, di imparare cose nuove e di confrontarsi con gli altri spinge molte persone over 65 ad iscriversi all’Università della terza età. Ma in cosa consiste questo percorso formativo sempre più apprezzato e frequentato in Italia?

Ecco qualche informazione per comprendere al meglio i motivi di tale successo.

L’importanza di condurre una vita stimolante durante la terza età

L’arrivo della terza età può portare con sé grandi vantaggi ma, allo stesso tempo, situazioni molto delicate. Basti pensare già soltanto al tempo a disposizione. Sì perché non tutti sanno gestire in maniera costruttiva la propria giornata; questo non soltanto per una questione prettamente organizzativa, piuttosto per il fatto di doversi abituare ad una nuova routine che vede senza dubbio una maggiore probabilità di “passare il tempo aspettando che il tempo passi”. Niente di più sbagliato!

Per questo è indispensabile non cedere a facili momenti di sconforto. In che modo? Cercando nuovi stimoli. Uno di questi potrebbe per esempio essere quello di ritornare sui banchi di scuola per imparare.

Università della terza età: cos’è e come funziona

L’Università della terza età è strutturata all’incirca come una qualsiasi facoltà, l’unica differenza è che la prima non rilascia un equipollente attestato di laurea. Va sottolineato che non esistono limitazioni di alcun genere: ognuno è libero di iscriversi al corso che più desidera e sovente non sono previsti esami o valutazioni. Un recente sondaggio a rilevato una maggiore affluenza femminile ai corsi e una percentuale del 60% che si sono iscritti per ottenere la loro prima “laurea”.

Di solito si prediligono maggiormente le materie umanistiche, economiche e sociali rispetto a quelle scientifiche, questo soprattutto per la difficoltà nel poter organizzare i laboratori dal momento che i docenti svolgono spesso la loro attività come volontari.

Si tratta di una vera e propria seconda opportunità, innanzitutto per coloro che hanno dovuto abbandonare in passato lo studio, per esigenze lavorative o familiari. Ma è anche l’occasione ideale per occupare in modo produttivo il proprio tempo libero.

Seguire un corso universitario vuol dire entrare in un contesto sociale pieno di stimoli. La possibilità di confrontarsi costantemente con altri studenti può aprire la mente a nuovi orizzonti e far crescere il senso di curiosità verso tutto ciò che ci circonda. Per non parlare della presenza di uno scopo da perseguire, tassello fondamentale per sentirsi ancora pienamente in gioco. 

Infine il vero valore aggiunto di questa forma di istruzione è sicuramente la lotta contro la senescenza, altro timore assai comune tra le persone anziane. Essere attivi culturalmente, interessarsi ad argomenti nuovi, imparare, leggere e soprattutto rapportarsi con altri appassionati come te sono tutti ingredienti del vaccino contro lo sconforto.

Residenza Villa Serena: come prendersi cura della salute mentale e fisica degli ospiti

Con l’arrivo della terza età è doveroso prestare particolare attenzione sia alla salute fisica che a quella mentale. Entrambe sono imprescindibili e strettamente collegate tra loro.

La Residenza Villa Serena è una RSA di Carmagnola che si occupa di consentire ai propri ospiti un soggiorno piacevole e un’assistenza sanitaria completa. Professionalità e divertimento sono garantiti dal personale medico-sanitario altamente specializzato e dalle numerose attività ricreative come Pet-Therapy e Musicoterapia presenti nella casa di riposo.

Passa a trovarci per saperne di più, saremo felici di fare una bella chiacchierata!

Vicini a voi e ai vostri cari

Videochiamata con il tuo caro
Non esisitono orari di visita
Casa di riposo RSA Convenzionata con l'A.S.L. di competenza
Chiama con whatsapp