Villa Serena torino, casa di riposo con cucina interna

Come proteggere la pelle degli anziani dal sole?

L'estate è il momento anche di concedersi qualche ora di riposo all'aria aperta, magari sotto il sole, ma è sempre fondamentale proteggersi!

Pubblicato il 24/07/2020

La cute è la principale barriera che ci preserva dall’esposizione a fattori esterni, come i raggi UV. E proprio per questo è importante conservarne il suo status protettivo attraverso dei piccoli ma indispensabili accorgimenti. Con l’avanzare dell’età il bisogno di tale prevenzione risulta poi ancora più marcato. Vediamo quali sono i passaggi consigliati per proteggere la pelle degli anziani dal sole.

I rischi di un’esposizione solare errata

Dobbiamo tenere presente che i raggi solari favoriscono da un lato la sintesi di vitamina D, fattore determinante per la salute del corpo, mentre dall’altro attivano la melenogenesi, ovvero il processo che aumenta (grazie alla produzione di melanina) la pigmentazione cutanea e ci protegge dai raggi ultravioletti.

Tuttavia un’esposizione prolungata può al contempo velocizzare l’invecchiamento della cute. Ma non solo. I raggi UV a lungo andare possono anche stimolare la comparsa di scottature, eritemi e macchie fino all’insorgenza dei tumori della pelle.

Come proteggere la pelle degli anziani

Innanzitutto è bene ricordare alcuni accorgimenti prima di passare al discorso riguardante i solari. Per esempio indossare indumenti quali cappelli, maglie e occhiali da sole può scongiurare notevolmente la pelle dai rischi legati ai raggi solari. Per non parlare del periodo d’esposizione: bisogna evitare di prendere il sole nelle ore più calde del giorno, preferendo aree riparate come ombrelloni, pilotis o verande.

Un altro fattore determinante è la gradualità nell’esposizione solare: poche ore ma con continuità (circa mezz’ora al giorno, quando fa meno caldo), per abituare meglio l’epidermide. Rimane comunque in primo piano l’utilizzo di creme solari, adattate a seconda del tipo di pelle. Esistono due tipologie differenti di creme:

- A base di sostanze fisiche (filtri fisici), che disperdono e riflettono i raggi UV.

- A base di sostanze chimiche (filtri chimici), che assorbono i raggi UV rilasciando l’energia sotto forma di calore e diminuendone la penetrazione cutanea.

Il parametro da prendere in considerazione nella scelta di un protettivo solare è l’SPF (o indice di protezione solare). In sostanza in base al proprio fototipo di appartenenza (ovvero la capacità della pelle di reagire al sole) e alle condizioni dell’epidermide si dovrà optare per l’SPF più adatto.

Per fare maggiore chiarezza, ecco i 6 principali fototipi:

- Fototipo 1: capelli biondo chiaro o rossi e pelle chiara

- Fototipo 2: capelli da biondo chiaro a castano e pelle chiara

pelle-al-sole-anziani

- Fototipo 3: capelli biondi e pelle sensibile

- Fototipo 4: capelli castani e con pelle poco sensibile

- Fototipo 5: capelli castani o neri e pelle olivastra

- Fototipo 6: capelli molto scuri e pelle non sensibile

Le persone anziane (così come i bambini e gli individui con la pelle chiara), la cui pelle è maggiormente delicata, dovranno scegliere perciò una crema con un indice di protezione alto o molto alto, un SPF 50 o 50+ per intenderci.

I composti nutraceutici

Un altro passaggio consigliato nella prevenzione dei danni causati dai raggi solari è la nutraceutica, che studia le proprietà terapeutiche o preventive di alcuni alimenti. Questo studio presenta, tra i composti più efficaci nella protezione della pelle dal sole, la classe dei carotenoidi (e derivati), comprendente una ampia quantità di pigmenti organici liposolubili quali il beta-carotene.

Infatti il beta-carotene è un precursore della vitamina A, che regolarizza il mantenimento della pelle, delle mucose e della capacità visiva. A tal proposito l’alga Dunaliella è un ottimo prodotto per il benessere sia della vista che della salute cutanea.

Altri composti come l’astaxantina, invece, contengono un notevole fattore antiossidante. Da assumere preferibilmente accompagnata ad un pasto a base di lipidi, soprattutto la sera dopo l’esposizione al sole, questo per sostenere i processi di rigenerazione e biostimolazione della pelle che incorrono durante la notte.

Un clima famigliare nel cuore di Carmagnola

La Residenza Villa Serena è una Residenza Sanitaria Assistita (RSA) adattabile a qualsiasi livello di intensità assistenziale: dalle persone più autosufficienti a quelle meno autosufficienti.

Una vera e propria seconda famiglia per le persone anziane. Una residenza per anziani a Carmagnola, con personale specializzato che non si limita a garantire un sostegno esperto, ma si focalizza anche sull’importanza della compagnia. Il tutto inscritto nel comfort di un albergo e al contempo nel calore di una casa privata.

La casa di riposo organizza inoltre numerose occasioni di svago grazie alle attività ricreative, pet-therapy, musicoterapia e altre ancora.

Casa di Riposo convenzionata ASL
Non ci sono orari di visita nella nostra casa di riposo
Videochiama gratuitamente con Skype il tuo caro

Residenza Villa Serena di Perloro S.r.l. - Via Valobra, 197 - 10022 Carmagnola (Torino) - Tel.011.9723162 - P.I. 11464860011
Privacy - Cookie
Siti web Torino Mantanera
Casa di riposo Torino - Residenza per anziani Carmagnola