Villa Serena torino, casa di riposo con cucina interna

Nel 2028 gli anziani non autosufficienti saranno 6,3 milioni

Uno studio dimostra quanto aumenterà il numero delle persone non autosufficienti tra 10 anni

Pubblicato il 23/08/2019

Secondo le proiezioni del Rapporto Osservasalute eseguito nel 2017, in meno di 10 anni in Italia gli anziani non autosufficienti raggiungeranno quota 6,3 milioni e in particolare, gli over 65 toccheranno quota 1,6 milioni. Oltre un milione di persone e 100mila in più rispetto alle attuali quindi, che non saranno in grado di svolgere le attività quotidiane, come lavarsi o mangiare in autonomia; le persone non più in grado di preparare pasti autonomamente o gestire le proprie medicine, per non parlare delle faccende domestiche, arriveranno a quota 4,7 milioni (700mila in più rispetto ad oggi).

Il rapporto è stato stimato considerando l’andamento demografico di invecchiamento e i tassi attuali di disabilità. Tutto ciò comporterebbe dei seri problemi per garantire un’assistenza adeguata agli anziani, soprattutto per quelli con limitazioni funzionali, anche a causa dell’altissima precarietà che colpisce il mondo del lavoro oggi che non è in grado di garantire tutele ai familiari che prestano cure e assistenza ai propri cari. Più in generale si può notare però come diminuisca il numero degli abitanti in Italia. 

Come far fronte al problema

Il presidente della Società italiana di geriatria e gerontologia, Raffaele Antonelli, parla di come sia fondamentale prendere atto del cambiamento epocale che la struttura della nostra società subirà nei prossimi anni, per farvi fronte nel modo migliore per tutti. È auspicabile che ci sia una stretta interazione tra servizi sanitari e sociali per ottimizzare la resa operativa; saranno importanti anche i servizi di assistenza territoriale, che andranno sicuramente potenziati in senso geriatrico così da evitare da qui a 10 anni il ruolo di supplenza che dovranno prendere altrimenti gli ospedali.

anziani-non-autosufficienti-nel-2028

Il ruolo delle case di riposo

Le case di riposo come la nostra Villa Serena, avranno un ruolo fondamentale in questo senso, in quanto in queste strutture il benessere dell’anziano è messo al primo posto e proprio nelle RSA l’anziano troverà tutte le cure e l’assistenza necessarie.
Dovranno sicuramente evolversi anche loro, con servizi sempre più efficienti e all’avanguardia che aiutino i loro ospiti nel miglior modo possibile. Unassistenza ad anziani non autosufficienti a tutto tondo, dove ogni servizio ruoterà intorno al benessere fisico e mentale dell'ospite per far in modo che la restante parte di viaggio verso la vita sia quanto più possibile piacevole.

Casa di Riposo convenzionata ASL
Non ci sono orari di visita nella nostra casa di riposo
Videochiama gratuitamente con Skype il tuo caro

Residenza Villa Serena di Perloro S.r.l. - Via Valobra, 197 - 10022 Carmagnola (Torino) - Tel.011.9723162 - P.I. 11464860011
Privacy - Cookie
Siti web Torino Mantanera
Casa di riposo Torino - Residenza per anziani Carmagnola